Il Campionato Italiano dei Biersommelier Doemens fa tappa a CRAFT BEER ITALY 2019

Non solo una fiera B2B, ma un luogo dove far crescere le competenze, mettendo in contatto le persone, prima ancora delle aziende. È stato questo il leitmotiv che ha guidato la prima edizione di CRAFT BEER ITALY e che esprime la volontà di un evento come questo.

Nella prima edizione, infatti, oltre all’area espositiva, le conferenze tenute da Doemens Gräfelfing e VLB Berlino, i workshop e le degustazioni guidate da Unionbirrai hanno riportato il focus sulla formazione di qualità nel settore della birra artigianale. Un ottimo modo per inaugurare le attività e per presentarci ai professionisti, ma per il 2019 vogliamo fare di più.

Non vi vogliamo tenere troppo sulle spine, ma non potevamo dirvelo senza fare una piccola parentesi per descrivere quanto siamo onorati di questa notizia, ed eccola: la seconda edizione del CRAFT BEER ITALY ospiterà il campionato italiano dei Biersommelier Doemens. Che cos’è e come si sviluppa ve lo raccontiamo nelle prossime righe.

La Doemens Academy

La Doemens Academy, che dal 2009 collabora in Italia con l’azienda ARTE-BIER di Stefan Grauvogl, è da tempo il punto di riferimento nel mondo birra spaziando dalla degustazione alla divulgazione culturale fino alla più evolute tecniche sul processo di birrificazione. Grazie alla fondazione del “World Brewing Academy” insieme all’istituto Siebel di Chicago, nel 2000 la Doemens Academy entra a far parte di un network globale. Dopo aver frequentato il corso Biersommelier e aver dato l’esame finale alla Doemens Academy, i diplomati possono accedere  al campionato italiano.

Il World Championship of Beer Sommeliers e le competizioni nazionali

La competizione mondiale targata Doemens si tiene ogni due anni, a partire dal 2009. Le fasi eliminatorie, su base nazionale, si tengono in diversi Paesi del mondo in Korea, Brasile, Austria, Germania, Svizzera e in Italia.

Nel 2019 a Milano, durante CRAFT BEER ITALY, si terrà il Campionato Italiano. I primi sei qualificati potranno partecipare poi al World Championship of Beer Sommeliers  cui data e luogo sono ancora da definirsi.

 

L`ultimo World Championship of Beer Sommeliers 2017 ha avuto luogo a Monaco in occasione del Drinktec, la fiera espositiva del settore Beverage e Liquid Food. Il vincitore, il tedesco Stephan Hilbrandt, è stato scelto dai giudici tra i 69 partecipanti di ben 16 nazionalità diverse. Nel 2015 a San Paolo, invece, a vincere il premio è stato l’italiano Simonmattia Riva che, seppur brevemente, ha spezzato l’egemonia tedesca e austriaca in questa competizione.

Le prove del campionato italiano

Tra le diverse prove del campionato italiano, una consiste nell´individuare dieci birre in una degustazione alla cieca. L´altra prova prevede il riconoscimento di dieci gusti indesiderati (off flavors).

I sei Biersommelier più bravi (e fortunati), dopo aver superato questi primi due round, hanno l’opportunità di dimostrare le proprie capacità nella finale davanti a una giuria di esperti di fama mondiale.

Inizia la degustazione

I finalisti devono presentare una birra, descrivendone lo stile, ponendo l’accento sulle caratteristiche olfattive e gustative e sull`abbinamento.

Colui che riesce in tutte le prove e nell’ultimo difficile step viene incoronato Campione Italiano dei Biersommelier Doemens.

Le abilità richieste a un Biersommelier

A un Biersommelier sono richieste competenze e abilità necessarie per esercitare in modo etico la professione. È suo compito diffondere il sapere relativo all’ambito birrario, aiutando a sfatare falsi miti e proponendo la cultura della birra in tutte le sue sfaccettature.

Per tutti gli aggiornamenti, seguite il nostro blog, le nostre pagine social e visitate i siti www.arte-bier.de e www.doemens.org.